“Da Ragione in Regione”: EMILIA “SE-MAGNA”. A Il Marrugio continua il viaggio “cult-eno-gastronomico


Domenica 6 marzo, almeno “semi-virtualmente”, è possibile pranzare all’emiliana pur restando nella Tuscia! Infatti, il nuovo appuntamento del ciclo “Da Regione in Regione”organizzato dall’Azienda Agricola Il Marrugio presso le sale del proprio Ristorante prevede un menu i cui piatti sono tratti dalla tradizione emiliana. Come sottolinea l’ideatrice di questa iniziativa, Dr.ssa Simona Mingolla: “L’intento è quello di accrescere la cultura in merito alle tradizioni culinarie delle varie Regioni italiane pur restando qui a casa nostra. Per ciò durante il pranzo si intervallano esperti, artisti ed appassionati, spesso originari della terra protagonista dell’evento, che raccontano storie, curiosità, tradizioni, aneddoti o si esibiscono in canti, poesie e performances teatrali sempre nella consapevolezza che non è possibile rendere in poche ore quella che è la ricchezza propria di ogni Regione. Tuttavia, non poniamo un limite all’iniziativa, per cui completato il primo giro di Italia, ne inizieremo altri per valorizzare altri piatti e peculiarità dei vari territori”. “Il Marrugio arl, che da sempre si impegna nella diffusione di valori ed iniziative che educhino al rispetto ed apprezzamento dell’ambiente, della cultura e del patrimonio artistico” - specifica, inoltre, il Presidente della Società, Ing. Luigi De Simone, - “ha sposato questa iniziativa impegnandosi anche nella ricerca, di volta in volta, di ingredienti e prodotti autoctoni della Regione oggetto del pranzo il che ha favorito un proficuo scambio di notizie e ricette fra esperti di altri territori ed il nostro staff accrescendone la cultura sul piano professionale”. Dopo il Piemonte e la Calabria, tocca all’Emilia Romagna (il focus questa volta sarà più sull’Emilia!) con i suoi cibi e vini tipici, tradizioni e curiosità (raccontate da Tommaso Ferrari), nonché gag e canzoni della nostra “poliglotta e poliedrica” Laura Leo.

Curiosi e gli appassionati di ghiottonerie della tradizione emiliana, potranno gustarsi un pranzo a base di piada romagnola con affettati tipici dell’Emilia Romagna, scarpasoun (una torta salata con bietole, parmigiano, ricotta e riso), spuma di mortadella su insalatina croccante, tortelli con le ortiche, braciola al Sangiovese con scalogno di Romagna, friggione e, per concludere in dolcezza, crema Gisella.

Per informazioni e prenotazione (vista la particolarità dell’evento ed il numero limitato dei posti disponibili, è obbligatoria!) telefonare ai numeri: 0761.263767 - 373.7510399 (Il Marrugio: Strada Borgherolo, 4 - Loc. Carrozza - Viterbo).


Viterbo, 27 febbraio 2016.


Questo giornale è libero a quanti desiderino collaborarvi ai sensi

dell’art. 21 della Costituzione Italiana che dispone così:

Tutti hanno diritto di manifestare

Il proprio pensiero con la parola,

lo scritto e ogni mezzo di diffusione “.

È vietata la riproduzione totale o anche parziale di quanto pubblicato su questo giornale, senza autorizzazione scritta da parte della redazione.

Reproduction in full or ever partial, of what has been published in this newspaper, without the written permission of the editors.

© 2015 by " MaLu"   - Lazio Opinioni a cura di 90119310564 - 07611765630 - Iscrizione Tribunale di Viterbo n° 02/2007 del 26 marzo 2007 - P. IVA 90119310564

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now