Questo giornale è libero a quanti desiderino collaborarvi ai sensi

dell’art. 21 della Costituzione Italiana che dispone così:

Tutti hanno diritto di manifestare

Il proprio pensiero con la parola,

lo scritto e ogni mezzo di diffusione “.

È vietata la riproduzione totale o anche parziale di quanto pubblicato su questo giornale, senza autorizzazione scritta da parte della redazione.

Reproduction in full or ever partial, of what has been published in this newspaper, without the written permission of the editors.

© 2015 by " MaLu"   - Lazio Opinioni a cura di 90119310564 - 07611765630 - Iscrizione Tribunale di Viterbo n° 02/2007 del 26 marzo 2007 - P. IVA 90119310564

“Al Cenacolo… sulle tracce del Gusto”, viaggio virtuoso fra i sapori e le eccellenze eno-gastronomiche Italiane

18/03/2016

 

Diceva F. de La Rochefoucauld: “Mangiare è una necessità. Mangiare intelligentemente è un’arte”.              In questa frase si possono evincere gli intenti propri del nuovo ciclo di incontri “Al Cenacolo… sulle tracce del Gusto” che si svolgeranno presso “Il Cenacolo de La Commenda” (locale di recente ristrutturazione  dell’omonimo Antico Borgo - sito in Loc. Commenda, 98 – dalla Cassia Nord, direzione Marta) e di cui il “primo assaggio” è programmato per domenica 20 marzo, dalle ore 12.00.

Oltre agli ormai noti “Convivi” del venerdì sera, organizzati in questo Borgo dall’estate all’autunno, nel corso dei quali si realizza un connubio fra storia e tradizioni del nostro territorio (grazie alla partecipazione di relatori esperti e di appassionati) e la genuinità di prodotti locali sapientemente combinati ogni volta in menu “armonizzati” al tema o all’epoca trattati nella serata, la nuova location diventa teatro per ulteriori appuntamenti culturali.

Nella nostra società, accanto al consumismo ossessivo nei confronti del cibo, sempre più cresce la ricerca e “cognizione” del gusto. D'altronde, nell’ultimo secolo, il cibo ha “virato” il suo significato culturale: da bene  inaccessibile a delicatezza; da merce massificata a preziosa risorsa di cui si stima la specificità e l’unicità; da prodotto globale a oggetto locale. Contestualmente, chef, “conoscitori” di vini e pietanze e grandi gastronomi sono diventati personaggi mediatici  protagonisti o conduttori di trasmissioni che stanno accrescendo l’interesse e la cultura verso di esso in tutte le sue “declinazioni”.

In tale scenario, l’Ing. Luigi De Simone (Presidente de Il Marrugio arl, società agricola proprietaria del Borgo) ha deciso di rendere disponibile questa particolare location, risalente al 1200, per la realizzazione di incontri ed eventi in cui venga celebrata l’importanza della cura nell’alimentazione, della cucina, della ricerca prodotto e, come lui stesso sottolinea: “venga spiegato perché un cibo è buono, dove debba essere trovato, come debba essere cucinato e soprattutto gustato... Purtroppo, parlando di alimentazione, la cultura del consumo nevrotico è ancora predominante. Ecco perché occorre aumentare le occasioni di incontro destinate a ri-educare all’assaporare e conoscere ciò che mangiamo, il che permette anche di distinguere imbrogli e contraffazioni, denunciando o rifiutando ciò che non è genuino o veramente autoctono e agendo a favore dei produttori seri e responsabili. Dunque, la struttura verrà resa disponibile per tutti coloro che vorranno presentare prodotti e preparazioni sani e di qualità, fornendo anche conoscenze e competenze grazie alla partecipazione di esperti e degustatori professionisti”.

Domenica sarà proprio l’Azienda Agricola Il Marrugio a presentare le sue eccellenze (olio, vino e l’ormai famoso “PorcoCignale” offerto in porchetta e nei molteplici salumi e prosciutti) grazie al contributo di esperti come l’enologo Mourad Ouada e l’agronomo Maria Laura Nespica (giudice sensoriale dell’olio di oliva extravergine, Maestro Assaggiatore di Salumi O.N.A.S., Tecnico Assaggiatore di Formaggi O.N.A.F., Assaggiatore di nocciole per l’Ass.ne Città della Nocciola) che illustreranno le basi per la degustazione di questi tipi di alimenti.

Per informazioni: 0761.263767 - 373.7510339. Costo degustazione, € 15,00 a persona (per i gruppi, si consiglia prenotazione). 

 

                                                                                                              di Simona Mingolla

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now