Questo giornale è libero a quanti desiderino collaborarvi ai sensi

dell’art. 21 della Costituzione Italiana che dispone così:

Tutti hanno diritto di manifestare

Il proprio pensiero con la parola,

lo scritto e ogni mezzo di diffusione “.

È vietata la riproduzione totale o anche parziale di quanto pubblicato su questo giornale, senza autorizzazione scritta da parte della redazione.

Reproduction in full or ever partial, of what has been published in this newspaper, without the written permission of the editors.

© 2015 by " MaLu"   - Lazio Opinioni a cura di 90119310564 - 07611765630 - Iscrizione Tribunale di Viterbo n° 02/2007 del 26 marzo 2007 - P. IVA 90119310564

Dal 21 giugno,  la Pop Art Italiana anni ‘60 esposta a Viterbo

 

Dal 21 giugno,  la Pop Art Italiana anni ‘60 esposta a Viterbo.

Temporary Art Chigi Naos espone in collezione privata

opere di Schifano, Angeli e Festa.

_________________

Anticipata da una conferenza stampa che si terrà Giovedi 20 Giugno dalle ore 18.30 presso l’Antico Borgo La Commenda (sita in Loc. Commenda, 98 a Montefiascone), si inaugura il 21 giugno, sempre dalle 18.30, l’esposizione delle opere in collezione privata di Mario Schifano, Franco Angeli e Tano Festa presso la nuova galleria di Temporary Art Chigi-Naos, in via Cavour 6 a Viterbo.

Come evidenzia l’organizzazione dell’evento nelle persone di Fausto Salani e Silvio Merlani: “La pop art romana anni ’60 è diventata un oggetto di culto. D'altronde, da alcuni anni l’arte italiana pare costretta a guardarsi indietro poiché mancano stimoli crea­tivi e proposte che siano in qualche modo paragonabili a quella che fu la nostra età dell’oro cominciata negli anni ‘60. Ecco perché a trent’anni dalla loro scomparsa, abbiamo voluto richiamare l’attenzione del pubblico su questi artisti in concomitanza con l’inaugurazione della nostra nuova sede espositiva nel centro di Viterbo con la volontà di creare una nuovo polo d’attrazione culturale nella città grazie a queste eccellenze delle arti figurative”. All’inizio degli anni ‘60 Roma era la città italiana dal maggior respiro internazionale: sia perché capace di attrarre diversi artisti dall’estero (soprat­tutto dall’America), sia per la nascita della cosiddetta “Hollywood sul Tevere” a seguito della presenza di molti scrittori e intellettuali che creavano  un ambiente culturale vivace e innovativo. Ai tavolini del Caffè Rosati si incontravano i tre pittori più famosi e discussi della Nuova Scuola Romana: Mario Schifano, Franco Angeli e Tano Festa, ai quali si ricono­scerà poi un ruolo di assoluta originalità in quella che viene definita la “Pop romana”.

La vita e crescita artistica di questi personaggi in riferimento al contesto economico-sociale dell’epoca in cui sono nati ed è poi cresciuta la loro fama, saranno trattati nella conferenza stampa suddetta con l’eccezionale partecipazione del Maestro Alessio Paternesi. “Ringraziamo - conclude Silvio - Luigi De Simone per averci reso nuovamente disponibili gli spazi dell’Antico Borgo La Commenda confermando le sue passione ed attenzione alla diffusione della cultura in sinergia con le realtà del territorio che con entusiasmo e tenacia lavorano affinchè, nell’epoca della digitalizzazione ed informatica spinta, ci sia sempre spazio per i talenti che hanno segnato  la storia dell’arte in tutte le sue espressioni”. La mostra si protrarrà fino al 30 giugno e si potrà visitare il sabato  e la domenica dalle 10,3 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30.

Per informazioni: 327.4404226 - infogalleriachigi@gmail.com

 

 

 

 

 

 

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now