• Navone Luigi M. Libero Pensatore e Templare

Raccolta di news


Raccolta di news per le Persone e le Imprese,

a cura della redazione di www.lazioopinioni.it


Ø Dal 10.01.2022, è entrata in vigore la norma che prevede l’obbligo di green pass rafforzato per accedere a bar, ristoranti, alberghi, palestre, piscine e mezzi di trasporto, sia all’aperto che al chiuso.

Ø Dal 20.01.2022, servirà il green pass “base” per accedere ai locali di barbieri, parrucchieri ed estetisti.

Ø Dal 1.02.2022, invece, il certificato “base” servirà per entrare in uffici pubblici, poste, banche e negozi, ad eccezione dei servizi essenziali, che dovranno essere definiti con un prossimo decreto.

Ø Tra le novità, si segnala anche l’obbligo vaccinale per tutti gli italiani e gli stranieri residenti in Italia che hanno più di 50 anni o che li compiranno entro il 15.06.2022. Uso del cognome dell’ex marito Il Sole 24Ore 12.01.2022

Ø La Cassazione (ordinanza 654/2021) ha respinto il ricorso della ex moglie che, dopo il divorzio, chiedeva di continuare a usare il cognome del marito: il giudice potrebbe consentirlo solo in presenza di un interesse meritevole di tutela dell’ex coniuge o dei figli, derogando alla regola che con la fine del matrimonio viene meno la facoltà di utilizzare il cognome dello sposo. In arrivo l’Anagrafe degli abusi edilizi Il Sole 24 Ore 13.01.2022

Ø Dopo 5 anni dalla legge di Stabilità 2018 vengono fissate le regole per la creazione della banca dati nazionale degli abusi edilizi (Bdnae).

Ø Le informazioni raccolte nella nuova banca dati consentiranno di attivare in favore dei comuni il cosiddetto “Fondo demolizioni”, previsto dalla legge del 2017, ma rimasto in attesa di attuazione.

Ø Per l’avvio della banca dati nazionale saranno inserite tutte le informazioni sugli immobili e le opere realizzate abusivamente e oggetto delle segnalazioni previste dal testo unico sull’edilizia. Si tratta, in particolare, dei dati raccolti e pubblicati mensilmente con l’affissione nell’albo comunale dei beni realizzati in assenza di qualsiasi autorizzazione a costruire e oggetto dei rapporti degli ufficiali e degli agenti di polizia giudiziaria. Nella banca dati finiranno anche le ordinanze di sospensione.

Ø Trascorsi 3 mesi dall’entrata in vigore del nuovo decreto “Giovannini”, le varie amministrazioni coinvolte saranno chiamate a collaborare al fine di strutturare le informazioni e renderle accessibili a tutti gli enti che si occupano di abusi. Tuttavia, le Regioni chiedono più tempo.

Ø La nuova Anagrafe dell’abusivismo edilizio sarà utilizzata per mappare gli abusi e gestire così la sicurezza e la riqualificazione del territorio. L’obiettivo è programmare gli interventi di demolizione delle opere illecite.

Ø Le informazioni della banca dati nazionale potranno essere utilizzate anche dalle altre amministrazioni contro il sommerso.

Ø Il decreto, infine, detta le regole sul trattamento e la sicurezza dei dati nel rispetto dei principi di riservatezza imposti dalla Privacy. Il titolare del trattamento delle informazioni resta sempre il Ministero delle Infrastrutture. Dati e documenti resi disponibili e accessibili, inseriti dalle varie amministrazioni restano nella titolarità, responsabilità e gestione di questi stessi enti che ne assicurano la storicizzazione, l’aggiornamento e la qualità. Illegittime limitazioni di circolazione ai diesel Il Sole 24Ore 14.01.2022

Ø La Corte di Giustizia Europea (sentenza sulle cause riunite C-177/19PaC-179/19P) ha ritenuto illegittimi i ricorsi dei Comuni di Madrid, Parigi e Bruxelles per la limitazione alla circolazione di veicoli diesel di nuova generazione; i ricorrenti avevano impugnato le norme Ue antinquinamento sull’omologazione. Riproduzione vietata - Aggiornato al 15.01.2022 Centro Studi Castelli Srl Pagina 6 Centro Studi Castelli Srl ISSN 2465-3551 Divieto prodotti in plastica monouso dal 14.01.2022 Il Sole 24Ore 14.01.2022

Ø Dal 14.01.2022 è in vigore il divieto di immissione in consumo di prodotti in plastica monouso (cotton fioc, piatti e bicchieri, posate, cannucce, ecc.) ex art. 5 D. Lgs. 196/2021. È consentito l’esaurimento delle scorte per le quali si può dimostrare la messa a disposizione del mercato prima del 14.01.2022.

Ø Per le violazioni è stabilita una sanzione amministrativa da € 2.500 a € 25.000, che può raddoppiare a seconda della gravità; l’art. 11, c. 1, D.L. 228/2021 fa slittare al 1.07.2022 le sanzioni per immissione sul mercato di imballaggi privi di eco etichetta (art. 219, c. 5, D. Lgs. 152/2006).