ABOLITO IL TICKET REGIONALE


Dal 1° gennaio 2017 i cittadini del Lazio non dovranno più pagare il contributo fisso aggiuntivo al ticket nazionale, e potranno risparmiare 20 milioni di euro. Dopo anni di sacrifici sulle spalle delle famiglie, abbiamo invertito rotta. È stato possibile solo grazie al percorso di risanamento che stiamo portando avanti


11/11/2016 - "Dopo tre anni abbiamo raggiunto quello che sembrava un sogno. Nel 2008 l'introduzione del ticket fu un duro colpo al tema delle uguaglianze nell'accesso alle cure e nel Lazio aveva creato un sistema folle, con il ticket nazionale e quello regionale che si sommavano e a volte producevano un costo superiori alla prestazione"- parole del presidente, Nicola Zingaretti, nel corso della conferenza stampa in cui ha annunciato l'abolizione del ticket regionale.


Dal 1° gennaio 2017 i cittadini del Lazio non dovranno più pagare il contributo fisso aggiuntivo al ticket nazionale, e potranno risparmiare 20 milioni di euro.

Un passo in avanti tangibile per tutti e tutte, in particolare:


• per una risonanza magnetica o una tac si passerà da 61,10 a 41,10 euro

• per la fisiokinesiterapia da 51,10 a 46,10 euro

• per visite specialistiche ambulatoriali e apa, da 50,10 a 46,10 euro